Etichetta semplice ed elegantissima, favolosa, fantastica. Tappo super, la classe non è acqua. Il profumo che esce è meraviglioso, ma ahimè devo per forza di cose versare il liquido nel bicchiere. Colore imbarazzante, ti siedi e rimani in estasi ad ammirarlo: rosso rubino acceso, brillante con riflessi tendenti al granata. Dopo qualche attimo passa l'ipnosi, prendo il bicchiere e lo avvicino al naso. Un vortice di sensazioni esuberanti ti prende e ti porta in un baleno sulla terra calda e assolata della Sicilia, spazzata dal vento e inondata dal sole. Frutta matura, marmellate di fichi e di prugne, mele cotogne, tabacco, vaniglia, chiodi di garofano, legno di cedro...l'estasi continua sniffata dopo sniffata. Ebbene siamo arrivati al dunque, l'assaggio e la bevuta del Cabernet. Tutto quello che ho visto e sentito fino ad ora si ritrova in bocca e la soddisfazione è completa, come quando leggi un libro e vai al cinema a vedere un film e tutto quello che ti eri immaginato lo rivedi sullo schermo. Buono, buonissimo, stupendo. Morbido, elegante, carnoso, equilibrato, alcolico, complesso, bella l'acidità e la lunghezza in bocca. Il palato ringrazia per la glicerina, la testa per l'estasi. Ottimo il rapporto qualità/prezzo considerato il produttore e la sua importanza. Da servire con qualche grado in meno, così da ingannare la sensazione dell'alcol, con piatti a base di carne, grigliate tra amici, brasati, e super con formaggi stagionati. E' stato veramente un piacere riberlo dopo anni.



Guarda la scheda