Raramente bevo vini dolci, ma quando son buoni son buoni e oggi è giunto il momento di assaggiare e degustare un re: il Diamante d'Almerita 2009. Vino dolce siciliano a base di Moscato e di Traminer Aromatico e se il buongiorno si vede dal mattino, direi che il mix dei due vini non dovrebbe dare un prodotto scadente...Bottiglia bellissima ed elegantissima, con una etichetta semplice, immediata e a mio avviso incredibilmente avvolgente, caratteristica comune alla versione grafica dei prodotti di Tasca d'Almerita. Un nome, Diamante, una garanzia: colore oro impressionante, stupendo, ti prende e ti cattura.
Al naso no capisci nulla se non che andrai ad assaggiare un nettare. Miele, frutti esotici, confetture di frutta a bacca bianca, vaniglia mai invadente e glicerina che si vede molto bene nel bicchiere. Mi avvicino all'assaggio e ho quasi paura del volume alcolico. Nessun problema, passa quasi in secondo piano. Vieni avvolto dall'eleganza e dalla morbidezza del vino. E' quasi imbarazzante dalla bontà e dal palato che ti lascia dopo il suo passaggio. Fenomenale, buonissimo, lunghissimo e persistente, morbidissimo ed elegantissimo, equilibrato, caldo ed avvolgente. Ottimo il rapporto qualità/prezzo considerato il produttore. Da servire fresco con formaggi erborinati e con dolci secchi e con creme. Da centellinare nella bevuta per apprezzare la sua ricchezza ed importanza. Scegliete bene gli amici quando arriverà il momento di aprire una bottiglia del genere, meglio degustarla in pochi ma buoni. 




Guarda la scheda