Aaaah che bel vino! Vino rosso francese dalla regione Languedoc-Roussillon a Sud della Francia. Vino rosso con uva Syrah tipica della zona considerata. Prodotto non comune al mio palato e forse per questo interessante, diverso e divertente. Alla vista appare di un bellissimo rosso rubino intenso e brillante, mentre lo verso nel bicchiere lo guardo alla luce del sole e vedo un fluido uscire dalla bottiglia ed entrare euforico nel bicchiere, si adagia, si riposa e chiede solo di essere sorseggiato. Prima di passare alla parte più piacevole, però, bisogna prima prendere ed analizzare il suo profumo, in maniera tale da decidere se è buono oppure no. La risposta è abbastanza scontata: è molto buono. Al naso infatti si rivela per quello che è in realtà: vino di struttura e di piacevolezza imbarazzante. Sentori di frutti di bosco, in maniera particolare more e lamponi, ti inebriano le narici e corrono verso il cervello, aprendo immagini con distese di boschi in montagna dove andare a raccogliere funghi e fare passeggiate per riempire i polmoni con aria fresca e pura. Ma passiamo alla parte che ogni bevitore predilige: l'assaggio. In bocca è piacevole, delicato, equilibrato. La sua acidità dona freschezza e giovinezza al prodotto in questione. Morbido al palato regge bene piatti a base di carne rossa, in maniera particolare grigliate miste e cacciagione, da non dimenticare l'abbinamento con formaggi, meglio se stagionati. Prelibato, mai invadente, la giusta alcolicità rende questo vino particolarmente invitante perché facile da aprire in qualsiasi occasione. Ottimo il rapporto qualità/prezzo, molto interessante la possibilità di prenderlo e dimenticarlo in cantina per ricordare la sua presenza tra qualche anno. Da servire fresco per poter così apprezzare il frutto e la fragranza che può donare questa meraviglia della natura sotto la forma liquida.  



Guarda la scheda