Borgo Conventi Pinot Grigio 2020

€10.66
+ -

description

Details of wine

FREE SHIPPING ON ORDERS OVER 49 EURO

Color

Giallo paglierino a volte con lievi riflessi ramati.

Smell

All'olfatto è fragrante, intenso e complesso con sentori di pera matura e fiori di campo che conducono ad una lieve nota finale di crosta di pane.

Taste

Al gusto è fine, sapido, armonico e schietto con buona persistenza aromatica.

Pairings

Antipasti di pesce, crostacei e molluschi, primi piatti con pasta all'uovo, carni bianche e fritto di pesce.

Details

Features

YEAR 2020
TRAINING SYSTEM Guyot e Sylvoz
ALCOL 13.50
FORMAT 0,75 L Standard

Details

Informations

CLASSIFICATION DOC Collio Goriziano o Collio
TEMPERATURE 10-12
LOCATION Farra d'Isonzo (GO)
GROUND Il terreno deriva dalla disgregazione delle marne e arenarie stratificate presenti nel sottosuolo della zona DOC Collio ed è tendenzialmente argilloso nelle zone più alte con componenti più fini nelle zone pedecollinari.
REFINEMENT Dopo la fermentazione segue una sosta lunga sulle fecce fini per tutto l'inverno, seguita dall'imbottigliamento in primavera
PLANTS FOR HECTARE 4000-7000
WINEMAKING Fermentazione: le uve vengono subito pressate evitando la macerazione sulle bucce. La fermentazione, condotta da lieviti selezionati si svolge rigorosamente in acciaio per circa 10 giorni con controllo della temperatura.

Details

Awards

EXPERT YEAR MARK
EXPERT YEAR MARK
Veronelli 2017
James Suckling 2018 89

User Reviews:

There are no reviews for this wine yet. Let us know your opinion!

Name: Borgo Conventi
Start-up year: 1975
Address: Via Contessa Beretta - Farra d'Isonzo (GO)
Web Site: https://www.borgoconventi.it/

A rich landowner of noble origins, a friar and a piece of land on which to build the first monastery in the area of Farra d’Isonzo … this is how the ancient legend that gave the estate its name came into existence. A more recent story begins in 1975 with the establishment of Borgo Conventi and with the promise to produce fine and elegant wines. A commitment, reasserted in 2001 when the estate was acquired by the Folonari family, which translated into a boost in production while maintaining utmost respect for the tradition and the origins.