Angoris Friuli Colli Orientali Ribolla Gialla 2020

14,01 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Uno dei vitigni più antichi della regione (pare che gli antichi romani lo conoscessero con il nome di "evola"). Un vino prodotto solo in queste colline, perché il microclima e il terreno di pianura impediscono una coltivazione di qualità. La ribolla deve il suo nome all'alto contenuto di acidità, che, nei tempi passati, portava il vino a "ribollire" in damigiana.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Giallo paglierino con riflessi verdi.

Olfatto

Delicato e floreale (specialmente acacia), pesca, albicocca, limone, sentori erbacei e minerali.

Gusto

Soffice ed elegante, equilibrato, cremoso, sapido e con spiccata acidità e mineralità.

Abbinamenti

Prosciutto di San Daniele, pesce crudo, salse agre al limone, piatti vegetariani, zuppe con base acida, primi di pesce.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2020
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Guyot
ALCOL 13.00
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Tardo Settembre.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOC Colli Orientali del Friuli
TEMPERATURA 8-10
UBICAZIONE Stabili della Rocca
TERRENO Ponca (marna eocenica).
AFFINAMENTO In seguito il vino viene fatto riposare 8 mesi in contenitori in acciaio inox e viene successivamente affinato in bottiglia per 1 mese.
PRODUZIONE ANNUA 34000
PIANTE PER ETTARO 4000
VINIFICAZIONE Dopo la macerazione a freddo, la fermentazione del mosto avviene a temperatura controllata per 10 giorni.
TIPOLOGIA Bianchi
RESA ETTARO 80 q.
ACIDITÁ 6.5 g/l
PH 3.2

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Veronelli 2015
Veronelli 2018
Bibenda 2018
Bibenda 2019

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Angoris
Anno avviamento: 1648
Ettari coltivati: 85
Nome enologo: Alessandro Dal Zovo
Indirizzo: Loc. Angoris, 7 - Cormòns (GO)
Sito web: www.angoris.com

Nel 1648 a Locatello Locatelli, per ringraziarlo per il suo servizio nella Guerra 30 anni, furono dati 300 campi nella zona di Cormòns nota come "Langoris" da l'allora imperatore Ferdinando III. In quel momento storico questa zona del Friuli faceva parte dell'Impero Asburgico. Da questo momento in poi, i boschi silenziosi, le colline verdi e i dolci vigneti alle Tenuta di Angoris sono diventati un rifugio per la regalità ed l'Elite da tutto l'Impero Asburgico. Villa Locatelli, che ancora domina la tenuta, è diventato un simbolo di qualità e ospitalità ed i vini che venivano dalla tenuta fatto la loro strada attraverso le corti europee. Oltre tre secoli sono passati e la Tenuta di Angoris, una delle più prestigiose cantine del Friuli da tempo immemorabile, è oggi gestito con rinnovato entusiasmo e lo spirito imprenditoriale di un'altra famiglia Locatelli (non legati alla originale Locatello): Claudia Locatelli rinnova nella ultimi anni i vini e gli sguardi della Tenuta di Angoris.