Borgo Conventi Pinot Grigio 2020

12,51 €
+-

Descrizione

Dettagli del vino

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Giallo paglierino a volte con lievi riflessi ramati.

Olfatto

All'olfatto è fragrante, intenso e complesso con sentori di pera matura e fiori di campo che conducono ad una lieve nota finale di crosta di pane.

Gusto

Al gusto è fine, sapido, armonico e schietto con buona persistenza aromatica.

Abbinamenti

Antipasti di pesce, crostacei e molluschi, primi piatti con pasta all'uovo, carni bianche e fritto di pesce.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2020
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Guyot e Sylvoz
ALCOL 13.50
FORMATO 0,75 L Standard

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOC Collio Goriziano o Collio
TEMPERATURA 10-12
UBICAZIONE Farra d'Isonzo (GO)
TERRENO Il terreno deriva dalla disgregazione delle marne e arenarie stratificate presenti nel sottosuolo della zona DOC Collio ed è tendenzialmente argilloso nelle zone più alte con componenti più fini nelle zone pedecollinari.
AFFINAMENTO Dopo la fermentazione segue una sosta lunga sulle fecce fini per tutto l'inverno, seguita dall'imbottigliamento in primavera
PIANTE PER ETTARO 4000-7000
VINIFICAZIONE Fermentazione: le uve vengono subito pressate evitando la macerazione sulle bucce. La fermentazione, condotta da lieviti selezionati si svolge rigorosamente in acciaio per circa 10 giorni con controllo della temperatura.
TIPOLOGIA Bianchi

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Veronelli2017
James Suckling201889

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Borgo Conventi
Anno avviamento: 1975
Indirizzo: Via Contessa Beretta - Farra d'Isonzo (GO)
Sito web: https://www.borgoconventi.it/

Un proprietario terriero di nobili origini, un frate e un appezzamento di terra su cui costruire il primo monastero del territorio di Farra d’Isonzo. Inizia così l’antica leggenda da cui prende il nome “Borgo Conventi”, fondata nel 1975 con l’obiettivo di produrre vini raffinati ed eleganti. Un intento rinnovato nel 2001 con l’acquisizione della tenuta da parte della famiglia Folonari, una nuova spinta alla produzione che mantiene intatto il rispetto per la tradizione e le origini.