Ca' Stelle Falanghina del Sannio Bio Cassyopea 2019

10,49 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Giallo paglierino con riflessi verdolini, cristallino.

Olfatto

Profumi intensi di frutta a polpa bianca e sentori di fiori bianchi.

Gusto

Gusto equilibrato tra sensazioni morbide e leggermente acide; di buon corpo e buona persistenza.

Abbinamenti

Primi piatti con carboidrati e verdure, antipasti e piatti di pesce.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2019
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Spalliera
ALCOL 13.00
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Terza decade di Settembre.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOC Sannio
TEMPERATURA 8-10
UBICAZIONE Comune di Castelvenere (BN)
TERRENO Calcareo-argilloso.
AFFINAMENTO In acciaio.
PIANTE PER ETTARO 4500
VINIFICAZIONE In bianco con pressatura soffice. Fermentazione in acciaio a temperatura controllata.
TIPOLOGIA Bianchi
RESA ETTARO 120 q.
ESTRATTO SECCO 23.0 g/l
ACIDITÁ 6.5 g/l
PH 3.3

Dettagli

Premi

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Ca' Stelle
Indirizzo: Via Nazionale Sannitica, 48 - Castelvenere (BN)
Sito web: https://castelle.it/

Le notti all’aria aperta in campagna sono un patrimonio dell’umanità. Un’esperienza capace di coinvolgere i cinque sensi come poche altre cose al mondo. Un mix di sensazioni che variano di stagione in stagione, di mese in mese e anche di giorno in giorno. Tutte uniche e irripetibili, opere d’arte di quel gran maestro che solo la Natura sa essere. Quella notte settembrina in particolare, non era certo la prima notte che Mariano e Raffaele passavano sotto le stelle davanti a quell’area sterminata di vigneti. L’oscurità caricava il verde delle foglie che pendevano dalle viti e lo faceva sembrare quasi un blu intenso, mentre i grappoli nascosti dallo stesso fogliame rifletteva qua e la i raggi della Luna. Sarà stata l’aria magica o forse i bicchieri mezzi pieni che avevano in mano, quella notte, in campagna, sembrava di stare davanti al mare. L’aria era frizzantina, come il vino spumante nei loro calici. Il cielo terso e sereno permetteva di riconoscere ogni singolo punto luminoso di una costellazione. Erano poco più che ventenni i due fratelli e a quell’età è facile sognare a occhi aperti. Specialmente se una di quelle stelle che hai davanti scivola giù lasciando una scia luminosa dietro di sé. Quello che, invece, è alquanto difficile, è esprimere lo stesso desiderio guardando la stessa cometa: quella notte avvenne anche questo, ma i due fratelli lo avrebbero scoperto solo qualche anno più tardi. Quando sul quel terreno, davanti a una distesa oceanica di vigne, sotto un soffitto di stelle e brindando con due calici di vino presi direttamente dalla botte, misero su la loro casa vinicola.