Cascina Carlot Moscato d'Asti Fiori di Campo 2020

9,89 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Giallo paglierino brillante.

Olfatto

Il naso è intenso ma delicato, dalle note evidenti di salvia e pesca.

Gusto

La bocca viene avvolta dalla dolcezza della tipologia, mantenendo la tipica nota fresca e dissetante.

Abbinamenti

Ottimo compagno di dessert, soprattutto di pasticceria secca, torta di nocciole e frutta fresca. Meraviglioso aperitivo a tutte le ore della giornata. Provocante l'abbinamento con salumi, formaggi e torte salate.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2020
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Guyot
ALCOL 5.00
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Manuale in cassetta con selezione in vigna.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOCG Asti o Moscato d'Asti o Asti Spumante
TEMPERATURA 10-12
UBICAZIONE Coazzolo (AT)
TERRENO Substrato di argille, marne calcaree, marne blue tufo.
AFFINAMENTO 15 giorni in vasche di acciaio sulle fecce fini con bàtonnage periodico, 1 mese in bottiglia.
PIANTE PER ETTARO 4800
VINIFICAZIONE Breve macerazione in pressa a 20 °C. Fermentazione in vasche di acciaio a temperatura controllata per 7 giorni.
TIPOLOGIA Dolci
RESA ETTARO 95 q.

Dettagli

Premi

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Nome: Cascina Carlòt Azienda Agricola
Indirizzo: Via Osasca 2 - Coazzolo (AT)
Sito web: www.cascinacarlot.it

Nel 1800 Carlo Marchisio, detto il Carlòt, era il padrone unico delle terre che circondavano la cascina che ancora oggi porta il suo stranom. Non avendo eredi maschi, nel 1920, conferisce la loro gestione a Mario Mo - il nonno dell'attuale proprietario Claudio Mo - che successivamente acquista la cascina. Dei quattro figli di Mario, solo Giovanni e Angelo subentrarono nella gestione della fattoria. Arrivando ai giorni nostri, le vicende familiari hanno fatto ricadere l'eredità su Angelo e successivamente su Claudio, che con orgoglio porta avanti il percorso iniziato da suo nonno. Oggi, con l'aiuto della moglie e dei genitori, si prendo cura dei 7 ettari condotti a vigneto, dei noccioleti e dell'orto: la sua terra con la quale vive in sintonia perché l'ascolta comprendendo le sue esigenze.