Château Henri Bonnaud Palette Rosé 2015

24,60 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Lo Château Henri Bonnaud si trova nel cuore della zona vinicola Palette (AOC), vicino al villaggio di Le Tholonet. Situato nel sud-est di Aix-en-Provence. L'intero vigneto dal 2012, dopo una conversione iniziata nel 2010, è biologico e si estende su una superficie di trenta ettari.
La gamma Château di Henri Bonnaud permette ai cultori dei vini di Provenza di avere cuvée più accessibili e pronte da bere. Questo rosé colpisce per la struttura equilibrata, il profilo aromatico fine ed elegante con aromi di rose e minerali,. Di colore rosa paglierino regala una lunga persistenza caratterizzata da aromi di buccia d'arancia. Consigliato per aperitivi, crostacei e grigliate.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Rosa tenue limpido.

Olfatto

Intenso con sentori di melone e pesca bianca. Aromi floreali, in seconda inspirazione riscontriamo frutti esotici (ananas, mango e litchi).

Gusto

Fresco, con una buona sensazione pseudo-calorica che dona il giusto equilibrio.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2015
VITIGNI 40% Grenache, 40% Mourvedre, 20% Callet
ALCOL 14.00
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Manuale

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE AOC Palette
TEMPERATURA 10-12
UBICAZIONE Le Tholonet (France)
TERRENO Gessoso, terreno in pendenza.
AFFINAMENTO L'80% del volume matura in vasche di acciaio e il resto in barrique per 8 mesi.
VINIFICAZIONE Il vino è prodotto dallo scarico statico dei nostri tini di vino rosso.
TIPOLOGIA Rosati

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Wine Spectator 2013 87

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Nome: Château Henri Bonnaud
Indirizzo: 585 Chemin de la Poudrière - Le Tholonet (France)
Sito web: www.chateau-henri-bonnaud.fr/en

E' prima di tutto una storia di uomini, orgogliosi di essere contadini, lavoratori eccellenti. Stéphane Spitzglous rappresenta la terza generazione ed è nato nella tenuta. Cresciuto dal nonno, trascorreva intere giornate con lui sul trattore. Nel 1996, Henri Bonnaud accetta finalmente di lasciargli il dominio. Ma Stéphane ha altre ambizioni: fare il proprio vino e costruire un "castello". Nel 2004, fa la sua prima annata. E in memoria del nonno, scomparso nel 2001, decide di battezzarlo: Château Henri Bonnaud.