Cordero di Montezemolo Barolo Monfalletto 2018

40,26 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Il gran vino, che molti chiamano "opera d'arte" è opera della natura, opera del sole, del clima, della composizione del terreno e così via; per usare un termine altezzoso e paradossale, è opera fondiaria. Paolo Cordero di Montezemolo

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Granato intenso.

Olfatto

Al naso evidenzia sensazioni floreali e speziate perfettamente miscelate: tabacco, ciliegia sotto spirito, cacao e lampone fresco.

Gusto

Al gusto si presenta ricco, corposo ed elegante.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2018
ALCOL 14.50
FORMATO 0,75 L Standard

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOCG Barolo
TEMPERATURA 16-18
UBICAZIONE Comune di La Morra.
TERRENO Il terreno argilloso e poco calcareo.
AFFINAMENTO Tutti i vari lotti effettuano un periodo di affinamento in vari tipi di legno, francese e di Slavonia per un periodo tra i 18 e i 24 mesi.
PRODUZIONE ANNUA 48000
VINIFICAZIONE Tutta la macerazione di 4/5 giorni avviene in vasche di acciaio inox così come l'ultimazione della fermentazione per i successivi 10/12 giorni, dopodiché il vino trasferito in botti di varia dimensione e tipologia effettua la fermentazione malolattica.
DECANTAZIONE 1 ora
TIPOLOGIA Rossi
RESA ETTARO 44 Hl/Ha ? 5900 bottiglie/Ha

Dettagli

Premi

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Nome: Cordero di Montezemolo
Ettari coltivati: 38
Indirizzo: Fr. Annunziata, 67 12064 La Morra (Cn) – Italia
Sito web: www.corderodimontezemolo.com

Sono attualmente 19 le generazioni che dal 1340 si sono susseguite nella gestione della proprietà Monfalletto nel comune di La Morra, al centro della zona di produzione del vino Barolo. Ancora oggi la proprietà è interamente a gestione famigliare. Giovanni Cordero di Montezemolo e i suoi figli Elena ed Alberto sono i protagonisti di questo millennio. Lo storico corpo unico, raro per la zona, di 28 ettari di vigneto si estende su tutti i versanti della collina ed è da sempre coltivato con le differenti varietà locali, selezionate e impiantate differentemente a seconda dell’esposizione al sole, del tipo di terreno e dell’altitudine. Altri importanti investimenti si sono fatti nella vicina zona del Roero, a nord del fiume Tanaro, dove, tra acquisti e affitti la superficie vitata raggiunge gli 8 ettari.