-
  • Biologici

D'Amico Salina Bianco 2017

19,50 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

L'azienda agrobiologica d'Amico Salvatore è una delle più antiche dell'Isola di Salina.

La denominazione agrobiologica è stata ottenuta grazie al lavoro di Salvatore d'Amico che ha voluto riconvertire il suo territorio in biologico.

Da questi pregiati vigneti nasce il Salina Bianco ottenuto con Catarratto, Insolia e Malvasia. Bouquet primaverile con gusto fresco e fruttato ed una marcata sapidità lo descrivono in modo eccellente.
 

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 79 EURO

Colore

Giallo paglierino.

Olfatto

Gradevole e intenso il bouquet olfattivo, composto da sentori fruttati di pesca a polpa bianca e da sfumature agrumate di limone.

Gusto

Il sorso si dimostra corrispondente al naso, fresco, aromatico e di buona persistenza. Ammandorlata e leggermente sapida la chiusura.

Abbinamenti

Piatti a base di pesce, frutti di mare, crostacei, carni bianche e formaggi semi stagionati.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2017
VITIGNI 40% Ansonica/Inzolia, 50% Catarratto Bianco Comune, Malvasia di Lipari
ALCOL 12.50
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Primi giorni di Settembre.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE IGT Salina
TEMPERATURA 12-14
UBICAZIONE Leni (ME)
TERRENO Vulcanico
AFFINAMENTO 50% in botte (toneau) per circa 4 mesi, 50% in acciaio.
VINIFICAZIONE Vinificazione in bianco.
TIPOLOGIA Bianchi

Dettagli

Premi

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: D'Amico Salino
Indirizzo: Via Libertà 27 - Leni (ME)
Sito web: www.cantinedamico.it

L’Azienda Agricola Salvatore d’Amico è una delle più antiche dell’Isola di Salina ed è una piccola azienda a carattere familiare, operante nel Comune di Leni. I ricordi familiari consentono di ricostruire la storia dell’azienda nel corso di tre generazioni: iniziò il nonno Antonino Divola, nei primi anni del Novecento, realizzando la prima cantina in località Valdichiesa e alla sua morte, avvenuta nel 1964, continuarono le figlie Nunzia e Grazia. Nel 1972 la figlia Nunzia ed il marito, Raffaele d’Amico, hanno provveduto a ristrutturare l’attuale cantina di Leni all’interno di una vecchia casa Eoliana e ad iscrivere i vigneti al n. 8 nell’Albo DOC del Malvasia delle Lipari. Nello stesso anno, il figlio Salvatore D’Amico, viticoltore e cultore delle tradizioni isolane per passione, ha deciso di occuparsi dell’azienda di famiglia e nel 1976 ha portato a termine alcuni “esperimenti”, con l’ausilio di vecchi preziosi manoscritti del nonno e delle esperienze maturate dai genitori, che gli consentono di produrre un Malvasia, rinomato vino passito, di altissimo livello e di rilanciare l’attività con la nuova denominazione Azienda Agrobiologica Salvatore d’Amico. Nel corso degli anni, i terreni coltivati a vigneto sono andati via via aumentando da un ettaro iniziale, da cui proveniva l’intera produzione dell’azienda familiare, a tre ettari. L’impianto di nuovi vigneti ha richiesto molto impegno per via della morfologia del terreno, che ha reso particolarmente laboriosa la realizzazione di impianti a terrazze tramite il ripristino dei vecchi secolari muri a secco, lungo i quali crescono spontanee le piante di capperi. Dai vigneti l’Azienda ricava quattro vere e proprie perle enologiche: il Malvasia delle Lipari D.O.C, il Tenuta Ruvoli un Salina Rosso I.G.T., il Tenuta Valdichiesa un Salina Bianco I.G.T. ed il Léne un Salina Bianco I.G.T., tutti vini di pregio, da degustare direttamente in azienda, magari dopo aver visitato la caratteristica cantina e i vigneti da cui provengono.