Domaine Bruno Clair Chambertin 1er Cru Cazetiers 2017

196,42 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Les Cazetiers è vicino al Clos Saint-Jacques. Il terreno è caratterizzato da depositi di terra e calcare estremamente poveri, marnosi. Tre diverse date di piantagione; un terzo piantato nel 1958, un altro terzo nel 1972 e il resto nel 1996. La combinazione del tipo di terreno e della qualità delle viti produce basse rese e uva "millerandes". Il vino è caratterizzato da un'acidità molto bassa ampiamente compensata da tannini complessi di una ricchezza sorprendente. Il confronto delle qualità organolettiche tra il nostro Clos Saint-Jacques e i nostri Cazetiers mostra in ogni annata una netta differenza tra i vini: i Cazetiers sono più accessibili in gioventù a livello aromatico e con la setosità unica dei tannini rispetto al Clos Saint-Jacques che è più riservato nei primi anni. Un buon esempio dell'incredibile varietà dei terroir e dei "climi" della Côte è che questi due vini derivano da vitigni più o meno della stessa età, dalla stessa selezione "massale", con maturità simile e vinificati nella stessa stanza di fermentazione, secondo la stessa filosofia.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Rosso rubino.

Olfatto

Bouquet di frutti rossi, ricco di note minerali, spezie, erbe aromatiche.

Gusto

Vino di buona struttura, di moderata acidità, con richiami di agrumi e vaniglia, morbidezza e finissimi i tannini.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2017
ALCOL 13.00
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Le uve vengono raccolte a mano e la selezione delle migliori uve viene effettuata principalmente nei vigneti. Le uve vengono parzialmente diraspate prima di essere poste in tini di legno aperti.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE AOC Gevrey-Chambertin
TEMPERATURA 18-20
AFFINAMENTO I vini sono invecchiati in botti di rovere. La percentuale di nuovi barili utilizzati varia dal 20 al 50%, secondo la vendemmia. L'imbottigliamento viene effettuato dopo un periodo di "elevamento" (maturazione) che può essere compreso tra 16 e 22 mesi.
VINIFICAZIONE Lo schiacciamento dei grappoli aiuta a migliorare la consistenza del tappo, che si forma sul vino in fermentazione, e a prolungare il tempo di fermentazione. Se necessario, l'annata viene raffreddata e la fermentazione alcolica inizia lentamente e utilizza esclusivamente lieviti indigeni. La temperatura non supera da 32 a 34 ° C (da 89,6 a 93,2 ° F). Secondo l'intensità della fermentazione alcolica, la punzonatura avverrà da due a otto volte al giorno. Secondo il vino, il tempo di "cuvaison" (fermentazione) dura da 14 a 21 giorni. I vini vengono poi messi in botti di rovere e trasferiti in cantina. La fermentazione malolattica avviene generalmente in primavera, quando le cantine vengono riscaldate delicatamente dal riscaldamento del clima. Dopo la fermentazione malolattica, i vini vengono travasati e il loro "élevage" continua sulle fecce fini che abbiamo conservato.
DECANTAZIONE 1 ora
PRODUZIONE Bruno Clair mantiene una selezione rigorosa dei migliori vitigni di pinot nero e chardonnay, identificando quelli che producono piccole uve con perfetta maturazione. Questa selezione si concentra anche sulla ricerca di viti che hanno una buona resistenza alle malattie e sono prive di virus. Questo lavoro richiede molta pazienza ed è assolutamente essenziale per ottenere un vigoroso vigneto di grande qualità. Per quanto riguarda la viticoltura, Domaine Bruno Clair crede nella totale assenza di fertilizzanti chimici, nell'uso esclusivo del compost, nelle arature e nell'erosione del suolo durante tutto l'anno.
TIPOLOGIA Rossi

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Wine Advocated 2013 92
Wine Advocated 2014 94
Wine Advocated 2015 94
Wine Advocated 2016 94

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Nome: Domaine Bruno Clair
Indirizzo: 5 Rue du Vieux Collèges - Marsannay-la-Côte (France)
Sito web: www.bruno-clair.com/english/HTML/presentation_eng.html

Joseph Clair (1889-1971) proprietario originale del famoso Domaine Clair-Daü fondato a Marsannay nel 1919. Dopo la prima guerra mondiale, i vigneti della Borgogna erano in uno stato deplorevole e vaste aree furono abbandonate. Joseph Clair incoraggiò i viticoltori di Marsannay a tirare su le viti del gamay e dell'aligoté bianco ea reimpiantare i vigneti in pinot nero e chardonnay, tipi più nobili di vitigni. È anche responsabile della creazione di un vino rosé a base di pinot nero, il Rosé de Marsannay, che ha permesso a molti viticoltori di sopravvivere, e persino di prosperare, in quei tempi difficili poiché i vini rossi non vendevano bene e vendere a prezzi che sono appena sufficienti a sostenere i coltivatori. Marsannay è l'unica denominazione borgognona per la produzione di vini rosati, bianchi e rossi Ha fondato la domaine che porta il suo nome nel 1979. La doma in quel momento comprendeva terreni a Marsannay e Fixin, la vigna del Dominode a Savigny-les-Beaune, e un grande appezzamento che giaceva a maggese in Morey-St.-Denis - "En la Rue de Vergy", è il figlio di Bernard Clair (1920-2005) e il nipote di Joseph Clair (1889-1971), creatore del famoso Domaine Clair-Daü fondato a Marsannay nel 1919. Dopo la morte di Giuseppe, i disaccordi familiari portarono allo smantellamento del dominio Clair-Daü nel 1985. Nel 1986, a Bruno furono affidate le vigne dei suoi genitori, fratelli e sorelle che includevano quelli di Clos de Bèze, Cazetiers, Clos St-Jacques, Vosne-Romanée, Clos du Fonteny e Chambolle-Musigny. Altri vigneti furono acquistati dalla tenuta nel 1993, tra cui Corton-Charlemagne, Pernand-Vergelesses e Aloxe-Corton, e nel 1996 Gevrey-Chambertin Petite Chapelle fu aggiunta per portare la dimensione della domaine a più di 23 ettari (56.8326 acri). Bruno Clair coltiva, raccoglie e imbottiglia i suoi vini con l'aiuto di André Geoffroy e Philippe Brun. Domaine Bruno Clair è membro dell'Associazione dei domini Familiaux de Tradition. Bernard Clair (1920-2005) Figlio di Joseph, Bernard è entrato a far parte del Domaine Clair-Daü nel 1939 ei due hanno costituito una delle più prestigiose aziende vinicole della Borgogna, con la coltivazione di oltre 38 ettari (93.9000.8 acri) di vigneti situati nei vigneti più pregiati della Côte de Nuits : Chambertin Clos de Bèze, Bonnes-Mares, Musigny, Clos St-Jacques, Clos Vougeot e un superbo vecchio vigneto a Savigny-les-Beaune, la Dominode. Bernard ha anche lasciato il segno nella selezione e nella coltivazione delle migliori piantine di pinot nero e chardonnay - viti di alta qualità e bassa resa - che hanno aperto la strada per i viticoltori di oggi.