Domaine Carême Vouvray Sec 2019

21,96 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Una piccola cantina francese che ha abbraccaito la coltivazione biologica e lavora nel rispetto dell'ambiente e dei suoi frutti. Molte volte le dimensioni di una produzione sono sinonimo di grande qualità e la Domaine Carême ne è la prova. all'interno della sua produzione troviamo questo Vouvray Sec che riesce a scalfire i cuori degli appassionati grazie alla sua mineralità ed al suo profumo. Il profumo rivela pepe bianco e frutti esotici. Il suo naturale abbinamento è con crostacei con particolare menzione per i gamberi.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Giallo paglierino.

Olfatto

Il naso è dominato da un ventaglio di profumi minerali e agrumati, impreziositi da tocchi di albicocca, pesca e fiori bianchi.

Gusto

All'assaggio è di corpo leggero, equilibrato, scorrevole, con un sorso fresco e sapido.

Abbinamenti

E' perfetto per l'aperitivo, dove dimostra tutta la propria versatilità. Assolutamente da provare con un salmone affumicato.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2019
ALCOL 13.50
FORMATO 0,75 L Standard

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE AOC Vouvray
TEMPERATURA 12-14
UBICAZIONE Vouvray (France)
PERLAGE Perlage fine e persistente.
TIPOLOGIA Bianchi

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Wine Spectator 2015 92
Wine Spectator 2017 91
Wine Spectator 2018 92
Wine Advocated 2002 90

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Domaine Carême
Ettari coltivati: 14
Indirizzo: Vouvray (France)

Domaine Carême è una piccola realtà produttiva francese, situata a Vouvray, comune che fa parte della Valle della Loira. Ci troviamo all’interno di una regione vitivinicola che è particolarmente rinomata per la produzione di vini bianchi, e che, vista l’estensione, attraversa microclimi diversi, ideali per la creazione di tipologie i cui stili risultano sostanzialmente differenti al palato. In particolare, proprio a Vouvray, un ruolo di spicco spetta a un vitigno su tutti, lo chenin blanc. Tra le diverse realtà produttive della zona che si dilettano nel declinarlo, risalta il Domaine Carême, al cui capo troviamo Vincent, giovane che rappresenta la faccia del nuovo stile dei vini qui creati, una volta identificati come prodotti di basso livello, da riversare a poco costo soprattutto nel mercato dell’export. Vincent infatti, sin dall’inizio della propria avventura vitivinicola, ha sentito in maniera forte il legame con il mondo rurale del vino, dove l’approccio naturale è indispensabile per rendere onore al terroir di provenienza. Proprio per questo la cantina è certificata come biologica, a compimento di un percorso che vuole tutelare l’ambiente e la natura circostante i vigneti.