Domaine de La Janasse Principaute d'Orange Rosè 2020

8,50 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Rosa chiaro/salmone.

Olfatto

Note succose di agrumi e scorza d'arancia, con un accenno di mineralità.

Gusto

Leggero e fresco, con un finale elegante e pulito.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2020
VITIGNI 30% Syrah, 70% Grenache
ALCOL 13.50
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO A mano con cernita in vigna.

Dettagli

Informazioni

TEMPERATURA 10-12
UBICAZIONE Courthezon (France)
AFFINAMENTO In tini per 3 o 4 mesi.
VINIFICAZIONE 50% con il processo "rosé de saignée" e 50% con la pressatura.
PRODUZIONE Le viti sono coltivate senza pesticidi o insetticidi e il letame è naturale. Il terreno viene lavorato senza diserbante per mantenere la ventilazione del terreno.
TIPOLOGIA Rosati
RESA ETTARO 50 hl/Ha

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Wine Advocated 2017 90
Wine Advocated 2019 90
James Suckling 2018 90

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Nome: Domaine de la Janasse
Anno avviamento: 1973
Ettari coltivati: 90
Nome enologo: Isabelle Sabon and Christophe Sabon
Indirizzo: 27, Chemin du Moulin – Courthezon (France)
Sito web: www.lajanasse.com

Nel 1967, Aimé Sabon ritorna dal servizio militare e si dedica alle vigne ereditate da suo padre, che fino ad allora erano destinate a fornire uve per le cooperative. Nel 1973, Aimé costruisce la sua propria cantina. Domaine de la Janasse nasce e prende il nome dalla fattoria di famiglia che era in Courthézon, in località "La Janasse". Aimé era ambizioso. Sapeva di avere un terreno favoloso e voleva ampliare la proprietà con l'acquisizione di nuove vigne. Dai 15 ettari iniziali, La Janasse ha ormai raggiunto più di 90 ettari. Grazie alla sua struttura frammentata, più di sessanta parcelle, la zona di La Janasse copre un mosaico di terroir. Ricerca approfondita sul suolo, l'esposizione e microclimi aiutato ad organizzare idealmente il vigneto. Le varietà bianche e i Syrahs sono stati preferibilmente piantati su terreni calcari e sabbiosi, esposti ad est della denominazione al fine di preservare la freschezza, acidità e finezza. Mourvedres sono stati piantati su terreni argilloso-calcarei ricoperti di pietre di fiume in modo da raggiungere la perfetta maturazione.