Domaine J-M Stephan Cote Rotie Coteaux du Bassenon 2017

115,00 €
+-

Descrizione

Dettagli del vino

Questo Côte Rôtie si va sul sicuro, grazie a un turbine di emozioni e sensazioni che si diffondono tra naso e palato, e che vorremmo non finissero mai.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Viola acceso, brillante.

Olfatto

I profumi al naso evidenziano note di lampone, mora e prugna, che cedono il passo a nuances di grafite e legno affumicato.

Gusto

La bocca è di corpo medio, equilibrata, con un tannino finissimo. Chiude con un finale lungo e persistente.

Abbinamenti

Spalla di agnello confit . Pezzo di manzo alla griglia. Caramelle di foie gras con pan di zenzero. Succhiare con risotto al farro con tartufo.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2017
VITIGNI 80% Syrah, 20% Viognier
ALCOL 13.00
FORMATO 0,75 L Standard

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE AOC Côte Rôtie
TEMPERATURA 16-18
UBICAZIONE Tupin-et-Semons (France)
AFFINAMENTO 100% in barrique per 36 mesi.
VINIFICAZIONE Macerazione carbonica primi giorni, seguita da fermentazione convenzionale impiegando lieviti indigeni in vasche di acciaio a 25 °C per 20 a 25 giorni, con frantumazione e di pompaggio. Nessun solfito.
DECANTAZIONE 1 ora
TIPOLOGIA Rossi

Dettagli

Premi

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Nome: Domaine J-M Stephan
Anno avviamento: 1991
Indirizzo: Tupin-et-Semons (France)

Jean-Michel Stephan è uno spirito indipendente della Côte-Rôtie. Ha studiato a Belleville, nel Beaujolais e muove i primi passi nel 1991, spronato dalla sua passione per la biologia e le piante. La proprietà più estesa è di 1.5 ha sul Coteau de Bassenon. Si tratta di una pendenza di 40 °, con un sacco di terrazze scavate nella granito morbido o beola. La parte alta è del 1987; la parte bassa, di 0,87 ha va dal 1896 al 1902 e questa parte è utilizzata nella cuvée "Vieille Vigne en Coteaux" quando l'annata è di livello. I suoi altri siti sono Tupin (1965), Coteaux de Tupin (1980), e un minuscolo appezzamento di 0,3 ha a Verenay (1992). Allo stato attuale, la sua vigna è di circa il 60% clone massale, il 30 % Serrine, e il 10 % Viognier.