-
  • Artigianali

  • Biologici

Feudo Montoni dei Fornelli Inzolia 2018

11,50 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Fornelli è il nome del cru da cui proviene l’uva. Il nome trae origine da antichissime fornaci dove veniva cotta l’argilla presente nel terreno, per creare le anfore in cui si conteneva vino, le giare dove si conteneva olio, vasi, piatti ornamentali, mattoni per costruzione. Di colore giallo con riflessi verdognoli, l’olfatto ha sentori floreali di ginestra e camomilla, con aromi di pera, melone giallo e miele. Al gusto bilanciata acidità e persistente freschezza, sul finale molto lungo, con una spiccata mineralità. Tipico con pesce alla griglia, crudo, carni bianche, formaggi freschi. Piacevole come aperitivo

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 79 EURO

Colore

Giallo con riflessi verdognoli,

Olfatto

Sentori floreali di ginestra e camomilla, con aromi di pera, melone giallo e miele.

Gusto

Al gusto bilanciata acidità e persistente freschezza, sul finale molto lungo, con una spiccata mineralità.

Abbinamenti

Pesce alla griglia, crudo, carni bianche, formaggi freschi. Piacevole come aperitivo.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2018
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Guyot
ALCOL 13.00
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Manuale, in cassette.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOC Sicilia
TEMPERATURA 12-14
UBICAZIONE Cammarata (AG)
TERRENO Argillosi/sabbiosi.
AFFINAMENTO Sur lies con batonnage in cemento per 6 mesi.
PIANTE PER ETTARO 4.400 ceppi per ettaro.
VINIFICAZIONE Fermentazione in contenitore di cemento a contatto con le bucce per una quarto della fermentazione.
TIPOLOGIA Bianchi

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Veronelli 2015
Veronelli 2017
Bibenda 2017

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Feudo Montoni
Anno avviamento: 1469
Ettari coltivati: 30
Nome enologo: Fabio Sireci
Indirizzo: Contrada Montoni Vecchi - Cammarata (AG)
Sito web: www.feudomontoni.it

Nel 1469 d.C. nel cuore della Sicilia, all’interno del Principato di Villanova, viene edificato dalla nobile famiglia aragonese Abatellis il baglio (tipica costruzione siciliana a corte quadrangolare). Dopo seicento anni, nelle stesse cantine, dalle stesse terre vengono prodotti i nostri vini. Già ne1 1595 Andrea Bacci, l’agronomo e medico di Papa Sisto V, nelle pagine del “De Naturali Vinorum Historia”, il primo trattato enologico italiano, elogiava la tradizione viticola e le qualità del vino prodotto in queste terre. Alla fine del 1800 la storia di Feudo Montoni si lega con quella della famiglia Sireci ,il nonno di Fabio, Rosario acquistò il Feudo riconoscendo in esso particolari caratteristiche legate al terroir ed alla sua biodiversità. Trovò antiche piante di Perricone, Nero d’Avola, Catarratto … ; si innamorò sopratutto dei vini di quelle uve che presentavano tratti eleganti ed inconsueti, e per questo acquisto il feudo , in esso era custodito il segreto. Elio, il padre di Fabio, nella seconda metà degli anni sessanta selezionò le migliori piante presenti nella tenuta (Selezione Massale) con esse impiantò i nuovi vigneti ed ammodernò la cantina. Elio trasmette al figlio Fabio la passione ed il rispetto per la Natura . Elio insegna a Fabio l’etica del lavoro , del sacrificio per l’ottenimento di un obiettivo . Lavoro che se fatto con dedizione ed amore diventa un “meraviglioso viaggio” da vivere . Fabio , da ormai trent’anni, prosegue il lavoro del nonno e del padre, custode delle antiche piante e delle loro uve. Fabio, comprende quanto sia importante nel suo lavoro, conoscere bene il passato per guardare al futuro. L’invenzione della tradizione diventa la chiave di lettura di ogni sua decisione. Fabio prende parte personalmente a tutte le diverse fasi del processo di produzione dal vigneto alla cantina . I vini di Fabio, “…sono del tutto particolari:hanno la grazia dei grandi rossi superiori non tanto per ricchezza strutturale, generalmente cosa ordinaria, bensì per ricchezza di eleganza, stile e classe..”.