Foradori 2019

18,70 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Oggi l'Azienda Foradori è portata avanti da Elisabetta Foradori che nel 1984 ne ha preso le rdini spinta dalla pasione e dall'amore per la propria terra.
Il suo primo desiderio è stato quello di recuparare uno dei vitigni autoctoni più antichi della zona, il Teroldego, il tutto abbinato alla ricerca di una vitocoltura naturale e sostenibile.
Nel 2002 l'intera produzione viene convertita alla biodinamica e dal 2007 diventa socia di VinNatur che unisce 170 produttori di diverse nazioni.
Espressione di questa passione è il Foradori Teroldego, un vino di colore rosso rubino intenso, bouquet fruttato e floreale con note speziate e di frutti di bosco. Gusto fresco e rotondo con un finale in cui si paprezza una nota di mandorla.
date le sue caratteristiche si abbina a carni di agnello, arrosti e selvaggina.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Rosso rubino splendente dai bordi porpora.

Olfatto

Sa di amarene e frutti selvatici, ferro, china, spezie piccanti, nobili toni vegetali e humus.

Gusto

Pienezza gustativa e territorio sono la carta vincente di una bocca ben orchestrata ed equilibrata.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2019
ALCOL 12.50
FORMATO 0,75 L Standard

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE IGT Vigneti delle Dolimiti o Weinberg Dolomiten
TEMPERATURA 16-18
UBICAZIONE Mezzolombardo (TN)
TERRENO Terra alluvionale, ghiaioso-sabbiosa.
AFFINAMENTO 12 mesi in botte e cemento.
VINIFICAZIONE Fermentazione: vasche di cemento.
DECANTAZIONE 1 ora
TIPOLOGIA Rossi

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Bibenda 2016
Wine Spectator 2007 90
James Suckling 2009 91

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Nome: Elisabetta Foradori
Anno avviamento: 1901
Ettari coltivati: 25
Nome enologo: Emilio Zierock
Indirizzo: Via Damiano Chiesa, 1 - Mezzolombardo (TN)
Sito web: www.elisabettaforadori.com

Nel 1999 è stata costruita una nuova cantina, scavata sotto il vecchio fienile e riservata esclusivamente all’affinamento del Teroldego. Le piccole botti sono accatastate l’una sull’altra in forma di piramidi e sono immerse in un clima ideale grazie all’intonaco di argilla. Il vino matura in legno adagiato sulla ghiaia proveniente dal letto del Noce. La parete dell’ingresso alla cantina è costituita da grandi sassi levigati, la cui bellezza attira i visitatori. L’accostamento di elementi caldi e freddi, comuni e insoliti, semplici e raffinati, ed il mantenimento del giusto equilibrio fra natura e cultura sono le caratteristiche di questo luogo.