-
  • Lieviti indigeni

Graci Feudo di Mezzo Etna Rosso 2016

36,44 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Il Feudo di Mezzo di Graci è un Etna Rosso corposo e intenso che ci offre un bouquet ricco, intenso e variegato.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 79 EURO

Colore

Rosso rubino, con un finale granato.

Olfatto

Bouquet intenso con note di more e ribes nero, con un finale che alterna richiami di viola ad alloro.

Gusto

Corposo e intenso, con una bella agilità e una buona trama tannica, dal finale sapido, minerale e persistente.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2016
VITIGNI 5% Nerello Cappuccio, 95% Nerello Mascalese
ALCOL 14.50
FORMATO 0,75 L Standard

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOC Etna
TEMPERATURA 16-18
AFFINAMENTO 24 mesi in botti di rovere da 15 hl.
VINIFICAZIONE Fermentazione con lieviti indigeni in tini di rovere da 10/15 hl.
TIPOLOGIA Rossi

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Gambero Rosso 2014
Veronelli 2016
Bibenda 2014
Bibenda 2016
Bibenda 2017
Wine Advocated 2016 92
James Suckling 2014 93
James Suckling 2016 93

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Graci
Anno avviamento: 2004
Ettari coltivati: 25
Nome enologo: Alberto Aiello Graci, Emiliano Falsini
Indirizzo: Contrada Arcurìa - Passopisciaro - Castiglione di Sicilia (CT)
Sito web: www.graci.eu

Alberto Aiello Graci è un ragazzo di trentacinque anni che ha deciso di cambiare vita dopo gli studi di Economia e un impiego a Milano. Ha scelto di tornare in Sicilia e di iniziare un mestiere nuovo, quello del viticoltore. Oggi da quasi due anni lo affianca con la stessa grande dedizione e passione la sorella più giovane, Elena. Da quando ha intrapreso questa nuova avventura, Alberto ha sempre avuto le idee chiare: ha ripreso in mano vigne di una bellezza splendente, piante coltivate ad alberello che il tempo, il clima e l’opera di viticoltori hanno modificato nella forma. Uva e vulcano, questo sono i vini di Graci, unici interpreti di un terroir straordinario. La cantina è un vecchio e maestoso palmento recuperato con maestria da Alberto. Qui una parte è occupata dalla struttura produttiva, mentre una parte, con volte a crociera, ospita ancora le vecchie botti e gli strumenti per la produzione del vino.