-
  • Fatti in anfora

  • Lieviti indigeni

  • Biodinamici

Gravner Bianco Breg 2012

146,40 €

PRODOTTO ESAURITO

Descrizione

Dettagli del vino

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 79 EURO

Colore

Giallo ambrato molto intenso.

Olfatto

Intenso e ricco di sfumature, con aromi di frutta secca, erbe aromatiche, mimosa, camomilla e zafferano.

Gusto

Morbido, caldo e setoso con piacevoli note floreali e aromatiche.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2012
VITIGNI Chardonnay, Pinot Grigio, Riesling Italico, Sauvignon
ALCOL 15.00
FORMATO 0,75 L Standard

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE IGT Venezia Giulia
TEMPERATURA 12-14
UBICAZIONE Oslavia (GO)
AFFINAMENTO Dopo la svinatura e la torchiatura ritorna in anfora per altri 5 mesi prima di iniziare l'affinamento in grandi botti di rovere, dove è rimasto per 6 anni.
VINIFICAZIONE Da uve Sauvignon, Pinot Grigio, Chardonnay e Riesling Italico, fermentato con lunga macerazione in anfore georgiane interrate, con lieviti indigeni e senza controllo della temperatura.
DECANTAZIONE 1 ora
TIPOLOGIA Bianchi

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Gambero Rosso 2006
Gambero Rosso 2007
Bibenda 2005
Bibenda 2006
Bibenda 2009
Wine Spectator 2005 90
Wine Spectator 2008 94
Wine Advocated 2005 94
Wine Advocated 2007 92
Wine Advocated 2009 93
Wine Advocated 2010 94
James Suckling 2007 93

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Gravner
Anno avviamento: 1901
Ettari coltivati: 15
Nome enologo: Francesco (Josko) Gravner
Indirizzo: Località Lenzuolo Bianco, 9 - Oslavia (GO)
Sito web: www.gravner.it

Josko Gravner produce vini di straordinaria qualità a Oslavia (Gorizia) al confine tra Italia e Slovenia; egli è tra i primi a combinare biodinamica, passione, ricerca della perfezione con una vinificazione tradizionale. Josko Gravner sostiene la vinificazione puramente naturale, fatta di tini aperti, macerazioni prolungate sulle bucce senza lieviti, senza anidride solforosa aggiunta e senza controllo della temperatura. Per fare i suoi vini impiega sia grandi botti di rovere sia anfore interrate (una tecnica antichissima usata dagli antichi circa 4000 anni fa). Dice Josko, "Sono convinto che il vino è un prodotto della natura, non dell'uomo, il cui ruolo è quindi quello di accompagnare il suo processo di maturazione, evitando qualsiasi intervento artificiale." Ogni bottiglia di Gravner è una testimonianza della pura bellezza di quella filosofia.