I Parieti Primitivo Puglia 2019

17,57 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Rosso rubino.

Olfatto

Al naso si avvertono aromi floreali.

Gusto

Al palato il vino risulta di grande struttura e corposo.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2019
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Cordone Speronato ed in piccola parte ad Alberello.
ALCOL 13.50
FORMATO 0,75 L Standard

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE IGT Puglia
TEMPERATURA 16-18
TERRENO Primitivo raccolto in piccoli appezzamenti con diversi terreni: calcarei, tufacei e con terra rossa.
AFFINAMENTO Sulle fecce fini In acciaio per 9 mesi, 4 mesi in bottiglia.
PRODUZIONE ANNUA 60
VINIFICAZIONE Pressatura soffice in tini aperti e fermentazione delle uve, in parte con grappolo intero, con rimontaggi leggeri. Le fermentazioni si sono completate tra i 7 ed i 10 giorni. Vinificazione in acciaio. Avvio fermentazione spontanea.
DECANTAZIONE 1 ora
TIPOLOGIA Rossi

Dettagli

Premi

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: I Parieti
Anno avviamento: 2019
Indirizzo: Puglia (Italy)

L’azienda agricola “I Parieti” nasce nel 2019 con lo scopo di proseguire l’attività agricola nei terreni e nella masseria di famiglia di Matteo Santoiemma a Gioia del Colle, nelle murge tra Bari, Taranto e Matera. I Parieti è pietra di Puglia. Scolpita dal vento, innervata di radici, sazia di acqua e luce. Un vento che quando non sferza da nord, arriva da due mari e dona ristoro, di notte, dopo giornate di sole infinite. “I Parieti” è una storia di amore verso la propria terra: la Murgia, prosecuzione della dorsale subappenninica che attraversa la penisola Pugliese. L’amore è quello, coltivato inconsciamente in tenera età e poi riaffiorato - e assecondato - negli anni della maturità, verso un territorio, le sue espressioni e la sua singolarità. E poi c’è la decisione, che da questi amori prende le mosse, di Matteo Santoiemma di riappropriarsi con convinzione delle proprie radici e della tradizione agricola di famiglia per condurre in maniera diretta le terre e la masseria di proprietà del bisnonno. L’Azienda a cui le terre e la masseria fanno riferimento è composta da 7 ettari di terra con vigneti, uliveti e seminativi con cereali e leguminose ed è governata sia sotto l’aspetto strettamente agricolo, che quello enologico da Matteo in persona, che si occupa della gestione diretta di vigne ad alberello ed a spalliera di Primitivo, dedicandosi all’esplorazione dei varietali autoctoni territoriali come la Verdeca, il Fiano ed il Minutolo con l’obiettivo di far esprimere ed esaltare l’espressione più autentica di questi varietali nelle diverse micro-aree, applicando i principi dell’agricoltura biologica e biodinamica in vigna e rispettando le uve in cantina. Naturale e coerente, di conseguenza, la scelta di fermentazioni spontanee e macerazioni in tini aperti atte a ridurre al minimo lo stress del frutto. L'azienda e la sua agricoltura è in conversione a biologica.