Paladin Salbanello 2021

8,30 €
+-

Descrizione

Dettagli del vino

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Rosso

Olfatto

Profumo fresco, con intense note di ribes e lampone.

Gusto

In bocca è morbido ed equilibrato. Buona la corposità, vellutate sensazioni finali, particolarmente fruttato.

Abbinamenti

Ottimo per accompagnare stuzzicanti spuntini e piatti della tradizione mediterranea. Indicatissimo in casa, brasseries, bruschetterie e nei ristoranti specializzati nell'offerta di pasta. Da provare anche con dell'ottima pizza gourmet.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2021
VITIGNI Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Malbec
ALCOL 12.00
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Uve Cabernet e Malbech raccolte in leggera surmaturazione. Le uve sono lavorate per conservare una buona percentuale di acini interi, ottenendo così durante la fermentazione un piacevole sentore fruttato.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE IGT Veneto
TEMPERATURA 14-16
PRODUZIONE ANNUA 300000
VINIFICAZIONE Le uve sono state vinificate con una macerazione di 10 giorni per dare al vino un bel colore e mantenere intatta la piacevolezza al palato. La fermentazione avviene a temperature di 22-24 °C per esaltare gli aromi e la fragranza.
TIPOLOGIA Rossi

Dettagli

Premi

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Paladin
Anno avviamento: 1962
Ettari coltivati: 100
Nome enologo: Leonardo Valenti
Indirizzo: Via Postumia, 12 - Annone Veneto (VE)
Sito web: www.paladin.it

Passione, ricerca, dedizione e rispetto delle tradizioni: questi sono i principali valori che la famiglia Paladin persegue da sempre con la fondazione 1962 dell’azienda da parte di Valentino, seguendo le orme e le tradizioni trasmesse del nonno. Carlo, Lucia e Roberto hanno portato in seguito nuovi stimoli ed energie con l’obiettivo di produrre vini d’eccellenza e di grande tipicità territoriale sempre nel rispetto delle tradizioni di famiglia. I vigneti, curati amorevolmente come giardini, sono immersi nell’armonioso paesaggio agreste che rievoca tradizioni e culture antiche. La tenuta si estende con quasi 100 ettari di verdi vigneti tra Veneto Orientale e Friuli, un territorio in cui la viticoltura e l’enologia godono di un’antichissima e rinomata tradizione. In quest’area l’amore per il vino e la viticoltura risalgono almeno all’epoca romana: nel I secolo d.C., Plinio descriveva questo fertile centuriato come un’immensa grande vigna e parlava delle navi che, colme di anfore vinarie, salpavano dai porti alto-adriatici alla volta di Roma. Secoli dopo, la Repubblica di Venezia importava la “nobile bevanda”, oggetto di scambi commerciali in tutto il suo dominio. Proprio nei terreni di Lison sono stati recentemente ritrovati referti che testimoniano il passato enoico del territorio.