-
  • Artigianali

  • Vignaiolo indipendente

  • Recoltant manipulant

Pertois Moriset Champagne L'Année Millesimé Grand Cru Extra Brut 2010

50,11 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Lo Champagne Pertois Moriset L'Année millesimé Grand Cru 2010 è ottenuto da 100% uve Chardonnay e si pone ai vertici della produzione di questa azienda a conduzione famigliare che fonde la tradizione di due vigneron uno proveniente dal territorio di Cramant e l'altro da Le Mesnil Sur Oger.
Vino che colpisce per la sua eleganza, sprigiona sentori di lieviti e mele, dotato di un perlage morbido è ideale per crudo di pesce e piatti cucinati con crostacei.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 79 EURO

Colore

Giallo dorato.

Olfatto

Naso intenso ed elegante, con ampi sentori di gesso, ciliegia, mirtillo, mentuccia ed erbe di montagna.

Gusto

In bocca è decisamente espressivo, con grande struttura e mineralità diffusa. Molto lungo. Elegantissimo.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2010
ALCOL 12.00
FORMATO 0,75 L Standard

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE AOC Champagne
TEMPERATURA 6-8
UBICAZIONE Le Mesnil-sur-Oger (France)
PERLAGE Perlage fine e persistente.
TIPOLOGIA Champagne

Dettagli

Premi

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Pertois-Moriset
Anno avviamento: 1951
Ettari coltivati: 18
Indirizzo: 13 Avenue de la République - Le Mesnil-sur-Oger (France)
Sito web: pertoismoriset.com

18 ettari molto frazionati, consistenti in piccole parcelle ubicate nella Côte des Blancs (a Mesnil sur Oger, Cramant, Avize, Oger) e nella Côte de Sézanne (a Barbonne, Chantemerle, Bethon): un patrimonio di famiglia che, dal 1951, si tramanda da padre in figlio. Dal 2005 sono Cécile e Vincent a condurre l'azienda, ben consapevoli che essere vignerons in Champagne prevede molto di più che "saper far vino"! In continuo equilibrio tra intenti biologici e necessità di reagire all'andamento climatico delle annate, la maison Pertois-Moriset si è imposta un'altra bella sfida: fare in modo che lo Chardonnay delle proprie cuvèes interpreti il terroir di provenienza... e quando si tratta dei migliori crus della Côte des Blancs.