Piera 1899 Cabernet Sauvignon Trevenezie Bio

8,88 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Rosso rubino carico con riflessi leggermente granati.

Olfatto

Vino speziato con note di chiodi di garofano e sentori di piccoli frutti rossi di sottobosco. Con l'affinamento emergono aromi di vaniglia.

Gusto

Sapore pieno, vellutato con speziatura dolce e delicata dei tannini e molto persistente in bocca.

Abbinamenti

Perfetto il matrimonio con carni rosse, pollame e cacciagione, si accompagna piacevolmente anche a salumi e formaggi stagionati.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO NV
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Cordone speronato.
ALCOL 12.50
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Fine Settembre.

Dettagli

Informazioni

TEMPERATURA 16-18
UBICAZIONE D.O.C. Friuli
TERRENO Ghiaioso, sabbioso, ricco di minerali.
AFFINAMENTO Dopo la fermentazione alcolica viene indotta la fermentazione malolattica con un successivo permanenza sul deposito fine in botti grandi fino a primavera.
PIANTE PER ETTARO 6000-7000
VINIFICAZIONE La vinificazione è in rosso con macerazione prolungata per 15-20 giorni ad una temperatura controllata di 26-28 °C.
DECANTAZIONE 1 ora
TIPOLOGIA Rossi
ZUCCHERO 5.0 g/l
ACIDITÁ 5.2 g/l

Dettagli

Premi

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Piera 1899
Anno avviamento: 1899
Indirizzo: Via Pordenone, 33 - San Quirino (PN)
Sito web: piera1899.com

Comincia nel 1899, nei poderi del padovano, la storia di Piera è una storia di famiglia, di generazioni che cambiano, di responsabilità trasmesse da padre a figlia, di personalità non comuni che si avvicendano per superare ogni volta i propri confini. Fondata dal nonno Giovanni, cresciuta con il padre Mario, Piera 1899 deve la propria affermazione in Italia e all’estero a Piera Martellozzo, che le ha dato il nome e che da oltre venticinque anni la guida con determinazione e gentilezza. Intrisa del suo spirito pionieristico e anticipatore, l’azienda conquista con talento il proprio ruolo da primario nella scena del vino italiano, spesso precorrendo le tendenze e cercando una propria strada verso una qualità oltre le mode. Fin dagli anni ‘90 attua un minuzioso lavoro di rivalutazione dei vitigni autoctoni, allora poco valorizzati, come il Raboso del Piave o la Ribolla Gialla. Nel 1998 introduce la prima linea di vini biologici. Dagli anni duemila affianca la produzione sempre crescente di Prosecco a nuove declinazioni spumantistiche, dal Muller Thurgau al Moscato Giallo. Negli ultimi anni Piera 1899 ha consolidato le proprie radici fino a rappresentare un punto di riferimento in Italia e all’estero con particolare presenza sul mercato statunitense e nordeuropeo.