• Biologici certificati

Piovene Porto Godi Garganega Vigneto Riveselle 2018

9,76 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

L’uva Garganega è tipica del Veneto e ha trovato anche nei Colli Berici le condizioni ideali per sviluppare ottimamente le proprie qualità. Questo Piovene Porto Godi Garganega Vigneto riveselle è prodotto da un'azienda la cui storia ha attraversato numerose generazioni. Nell’azienda l’uva viene prodotta con una bassa resa e con vendemmia tardiva. Il vino prodotto ha colore dorato con profumo tipico con sentori di fiori. Il sapore è asciutto, leggermente minerale e di notevole freschezza. In chiusura è leggermente amarognolo con un retrogusto di miele. si abbina con piatti di pesce al forno o alla griglia.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 79 EURO

Colore

Paglierino trasparente con riflessi oro.

Gusto

Bel gusto morbido fruttato, diventa subito fresco e dona persistente sapidità.

Olfatto

Esprime aromi floreali freschi come quelli di pera, melone e lime.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2018
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Cortina Semplice
ALCOL 12.50
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO 5-10 Ottobre.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOC Colli Berici
TEMPERATURA 12-14
UBICAZIONE Toara di Villaga (VI)
TERRENO Argilloso calcareo
AFFINAMENTO 6 mesi in acciaio.
PRODUZIONE ANNUA 7000
PIANTE PER ETTARO 3500
VINIFICAZIONE Fermentazione a temperatura controllata (18 °C).
TIPOLOGIA Bianchi
ZUCCHERO 4.0 g/l
ESTRATTO SECCO 21.3 g/l
ACIDITÁ 5.4 g/l
PH 3.3

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Veronelli 2017

Nome: Piovene Porto Godi
Anno avviamento: 1500
Ettari coltivati: 40
Nome enologo: Tommaso Piovene Porto Godi, Enzo Mazzocco, Giovanni Nordera
Indirizzo: Via Villa, 14 - Toara di Villaga (VI)
Sito web: www.piovene.com

Ogni storia ha un suo inizio. Per i vini della casa Alessandro Piovene Porto Godi la memoria corre talmente lontano nel tempo che ha bisogno di un testimone: una mappa del 1584. Qui si può vedere l’impronta di quella che oggi è l’azienda agricola, in una pianta della casa circondata dal cortile. Tutto intorno viti e alberi da frutto, come racconta un documento degli stessi anni. Proprietario era allora Flavio Barbarano, che per discendenza diretta arriva fino agli attuali proprietari. Negli anni solo il suo cognome si è estinto per lasciare spazio prima a Conti e poi all’attuale Piovene Porto Godi. Alessandro, che dà il nome all’azienda, è padre di Mariantonio e Tomaso, gli attuali proprietari. Con loro i figli Emanuele, Alessandra, Giovanni, Filippo, Chiara. Una famiglia indigena di viticoltori e un patrimonio di sapienza generata in decenni di lavoro in vigna. Un passaggio di padre in figlio che ha coinvolto anche le persone che lavorano con la famiglia Piovene: oggi in cantina e ad occuparsi delle viti, infatti, hanno ereditato il lavoro nipoti e figli dei dipendenti stessi. Il vino di una famiglia, ma anche il vino di un paese. La gente della zona sceglie ancora oggi il vino sfuso della cantina, come era da tradizione commercializzarlo qualche anno fa. Tradizione che non si è persa ma che si accompagna oggi a bottiglie importanti. Oggi Piovene Porto Godi è un punto di riferimento per chi cerca vini di alta qualità. Come testimoniano i numerosi premi e riconoscimenti ricevuti.