Pisaurum Bianchello del Metauro Cleofe Bio 2019

7,50 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Uno dei vini autoctoni per eccellenza della nostra zona, sulle colline prospicienti il Metauro coltiviamo le uve Biancame da cui nasce questo Bianchello Doc Biologico. È un vino bianco fermo molto fine, fruttato e minerale, di color giallo paglierino. Il bouquet è fresco e floreale, con note di fiori bianchi dolci e nuances di resina e agrumi.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Giallo paglierino.

Olfatto

Fresco, floreale di fiori di biancospino e camomilla, leggermente agrumato.

Gusto

Fresco e armonico di buon equilibrio e di grande beva.

Abbinamenti

Il sapore asciutto e la media persistenza lo rendono ideale in abbinamento a piatti di pesce, pesci saporiti e carni bianche.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2019
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Guyot, capovolto.
ALCOL 12.50
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Manuale

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOC Bianchello del Metauro
TEMPERATURA 8-10
UBICAZIONE Colline prospicienti la vallata del fiume Metauro
TERRENO Di medio impasto.
VINIFICAZIONE Raccolta manuale delle uve, pressatura soffice, decantazione statica con successivo inoculo di lieviti selezionati. Fermentazione in acciaio svolta a temperatura controllata.
TIPOLOGIA Bianchi
RESA ETTARO 110 q.

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Bibenda 2018

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Pisaurum
Anno avviamento: 1969
Ettari coltivati: 60
Nome enologo: Agostino Pisani
Indirizzo: Via Nazionale,135 - Vallefoglia (PU)
Sito web: www.pisaurum.it

Conoscere uno dei più antichi comprensori enologici d’Italia, essere solidali con le sue asperità e con la sua bellezza, tutelare un paesaggio agrario incomparabile e un tessuto produttivo fatto da una sottile rete di saperi tramandati, coltivare la terra con rispetto. Tutto questo è l’impegno quotidiano dei quaranta soci che oggi fanno parte di Pisaurum. Nata nel 1969, Pisaurum è oggi la più importante struttura di aggregazione per buona parte dei viticoltori, spesso conduttori di piccole aziende, che lavorano gli oltre 60 ettari di vigneti che si estendono tra i fiumi Foglia, Metauro e Cesano. Nel 2014 insieme alla storica cantina Colonnara di Cupramontana Pisaurum dà vita a Marchedoc, una realtà che rispecchia i comuni valori e l'obiettivo di continuare a produrre e valorizzare frutti autentici e sinceri di questa regione. Abbiamo scelto il nome latino Pisaurum, l’antica denominazione di Pesaro, perché i Romani qui trovarono “terre fertili, presenti le vigne”. Il nostro logo richiama l’antica ruota dei piceni della Stele di Novilara, simbolo ancestrale del Sole, per ricordarci che il progresso è una conquista fatta di generazione in generazione e che noi contribuiamo a costruirlo con il nostro lavoro. Nel panorama viticolo pesarese, Pisaurum realizza una produzione di elevata qualità e, grazie al lavoro di selezione condotto prima sui vigneti e poi in cantina, riesce ad interpretare e arricchire l’antico sapore enologico di queste terre e delle sue tipologie di vini caratteristiche. Fulcro della nostra produzione sono le Doc, una selezione di vini di pregio a produzione limitata: il Bianchello del Metauro coltivato nell’entroterra di Fano e il Colli Pesaresi, prodotti da vitigni autoctoni coltivati dal mare del Monte San Bartolo alle alte colline argilloso-calcaree del Montefeltro. Alla coltivazione degli storici vitigni pesaresi, abbiamo affiancato altri vitigni come il Cabernet Sauvignon, il Pinot nero, il Merlot, che arricchiscono i nostri vini in varietà e qualità. Da sempre prestiamo grande attenzione a una produzione rispettosa dell’ambiente e del vino stesso, garantite dall’esperienza e dal profondo radicamento al territorio di ciascuno dei nostri soci. Oggi più del 50% delle nostre uve è conforme agli standard biologici, con una percentuale che cresce di anno in anno. La vinificazione avviene nella cantina di San Lorenzo in Campo, vicino al centro storico medioevale di Pergola, celebre per i suoi Bronzi Dorati di epoca romana.