Planeta Etna Eruzione 1614 Nerello Mascalese 2019

21,00 €
+-

Descrizione

Dettagli del vino

La storia del Vulcano è costellata da eruzioni che ne hanno plasmato la forma. Leggendaria quella del 1614, durata ben 10 anni, la più lunga in epoca storica: le vigne che producono questo vino crescono proprio su questa colata. Nerello Mascalese e in piccola parte Nerello Cappuccio coltivati su terre nere in altitudine, per un rosso intenso nei profumi ed elegante nella sua struttura.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Olfatto

Straordinari profumi di incenso di erbe officinali, di ibiscus e finocchietto selvatico dalle sabbie laviche.

Gusto

Vino luminoso e lirico, racconta senza filtri il carattere e la raffinatezza dei grandi rossi di montagna ma a latitudini vicine all'Africa. I tannini di stoffa compatta sono estratti con eleganza. La dolcezza e la generosità dei frutti di bosco e del ribes si mescola ai profumi di incenso e cera d'api, un lieve tocco quasi salino invita ad un ritorno sul bicchiere.

Abbinamenti

Un vino il cui carattere può consentire degli abbinamenti molto audaci con piatti di altrettanto carattere. Selvaggina, piatti al tartufo, pesci di scoglio anche con salse complesse, formaggi e salumi.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2019
VITIGNI 9% Nerello Cappuccio, 91% Nerello Mascalese
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Pietramarina cordone speronato, Sciaranuova cordone speronato, Feudo di Mezzo alberello.
ALCOL 13.50
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Pietramarina 10-15 ottobre, Sciaranuova 27 ottobre, Feudo di Mezzo 25 ottobre.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOC Sicilia
TEMPERATURA 16-18
UBICAZIONE Castiglione di Sicilia (CT)
TERRENO I terreni hanno perfetta esposizione e giacitura, neri per le sabbie laviche, e per questo straordinariamente ricchi di minerali; attorno boschi e colate laviche più recenti.
AFFINAMENTO 12 mesi in botti di rovere da 25 hl e 36 hl.
PRODUZIONE ANNUA 20000
PIANTE PER ETTARO Pietramarina 5.000 piante per ettaro, Sciaranuova 5.000 piante per ettaro, Feudo di Mezzo 10.000 piante per ettaro.
VINIFICAZIONE Le uve, raccolte in cassa, vengono subito refrigerate a 10°C di temperatura, poi selezionate a mano. Dopo pigiadiraspatura, fermentano a 25°C in vasche di acciaio e rimangono sulle bucce per 21 giorni, con brevi rimontaggi. Vengono poi svinate in modo soffice con la pressa verticale; segue fermentazione malolattica in acciaio.
TIPOLOGIA Rossi
RESA ETTARO Pietramarina 80 q.li, Sciaranuova 70 q.li, Feudo di Mezzo 50 q.li.
ACIDITÁ 5.2 g/l
PH 3.6

Dettagli

Premi

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Planeta
Anno avviamento: 1995
Ettari coltivati: 392
Nome enologo: Alessio Planeta
Indirizzo: Contrada Dispensa - Menfi (AG)
Sito web: www.planeta.it

Planeta e' un Viaggio in Sicilia. Un viaggio da occidente a oriente Planeta e' un "Viaggio in Sicilia". Un viaggio da occidente a oriente, che da Sambuca di Sicilia e Menfi porta sino a Vittoria, a Noto e all'Etna. Le tappe del "Viaggio" sono le cinque cantine che Planeta ha inserito all'interno dei propri vigneti. Cinque boutique wineries, ciascuna pensata per le specifiche esigenze del territorio: l'Ulmo a Sambuca di Sicilia, la Cantina Piccola e la Cantina Grande a Menfi, Dorilli a Vittoria, Buonivini a Noto; e presto si aggiungera' la sesta, Sciara Nuova sull'Etna. Nelle cinque cantine e nei 390 ettari di vigna di proprieta' che le circondano ha preso vita il progetto di Planeta. Una ricerca paziente e meticolosa, mai affrettata, rivolta tanto al passato quanto al futuro. Innanzi tutto un profondo legame con la piu' antica tradizione enologica siciliana e il suo inestimabile patrimonio di varieta' autoctone. In questa direzione, la linea guida del progetto e' estremamente rigorosa: esaltare le caratteristiche di questi grandi vitigni coltivandoli esclusivamente nei rispettivi territori d'elezione. Quindi Nero d'Avola e Moscato a Noto, Frappato a Vittoria, Grecanico a Sambuca e Menfi, e presto anche Carricante sul'Etna. L'altro filone del progetto si svolge nell'arena in cui si misurano i migliori produttori dei cinque continenti. Quindi Chardonnay, Syrah, Merlot, Cabernet: grandi classici dell'enologia internazionale interpretati da un territorio che li marca in maniera inconfondibile, dando vita a dei vini che sono profondamente siciliani tanto quanto i grandi autoctoni. Senza dimenticare la sperimentazione varietale e territoriale piu' spinta, quasi visionaria: quella che ha permesso di ottenere per la prima volta in Sicilia un grande Fiano. Tutta l'attivita' dell'azienda ha un filo conduttore: la sostenibilita' ambientale. Attraverso l'utilizzo di pannelli solari e biomasse, principalmente residui di potatura, per la produzione di energia, attraverso il riuso e il riciclaggio di tutti i materiali utilizzati nel ciclo produttivo e l'uso esclusivo di carta riciclata per imballaggi e stampati. Perche' il territorio e l'ambiente sono un bene collettivo e anche patrimonio dell'azienda, ed e' un dovere fare ogni sforzo per preservarli. Alessio, Francesca e Santi Planeta hanno dato vita all'azienda e a questo progetto, ma insieme a loro c'e' tutta la famiglia, da generazioni radicata nella realta' agricola siciliana. Una famiglia e un'azienda che si sono sempre date obbiettivi ambiziosi, seguendo il diktat della qualita', del rispetto rigoroso dell'ambiente e della responsabilita' sociale. Dalle proprieta' di famiglia a Menfi e Sambuca di Sicilia, e poi a Vittoria e Noto sino agli ultimi acquisti sull'Etna, un "Viaggio" unico, attraverso la Sicilia e i suoi piu' grandi vini.