• Lieviti indigeni

Quintarelli Alzero 2008

315,98 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 79 EURO

Gusto

Potente, di grande durata alla degustazione, con sapore di marmellata e frutta molto matura.

Abbinamenti

Primi piatti a base di tartufo. Brasati. Stracotti. Selvaggina. Formaggi stagionati.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2008
VITIGNI 40% Cabernet Franc, 40% Cabernet Sauvignon, 20% Merlot
ALCOL 16.50
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Tra fine agosto e primi di settembre.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE IGT Veneto
TEMPERATURA 18-20
UBICAZIONE Negrar (Verona)
AFFINAMENTO Per l'affinamento di questo vino vengono utilizzate, per 30 mesi, barriques di rovere francese (Limousin, Allier, Tronpais). Per i successivi 30 mesi viene unito in un'unica massa in una botte di rovere di Slavonia di media grandezza. Durante le fasi di maturazione avvengono varie fermentazioni alcoliche.
PRODUZIONE ANNUA 0
VINIFICAZIONE Dopo la vendemmia, che avviene tra la fine di agosto e i primi di settembre, le uve, selezionate con cura, vengono portate nel fruttaio e subito messe a riposo in cassette di legno e sui graticci. Visto il periodo ancora caldo, le uve si asciugano perfettamente e rapidamente con un risultato ottimale. Dopo la pigiatura, effettuata alla fine di dicembre, la fermentazione alcolica parte molto lentamente ad opera dei lieviti indigeni dopo circa 20 giorni di macerazione e dura approssimativamente 50 giorni.
TIPOLOGIA Rossi

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Wine Advocated 2000 96
Wine Advocated 2004 96
Wine Advocated 2007 97

Nome: Giuseppe Quintarelli
Anno avviamento: 1900
Ettari coltivati: 10
Indirizzo: Negrar di Valpolicella (VR)

L'azienda si trova sulle prime colline di Negrar a circa 350 mt. slm. Il panorama è caratteristico proprio della Valpolicella con vigneti, uliveti e ciliegi; un'aria quasi d'altri tempi, una ruralità che si stava rischiando di perdere, ma grazie a persone come " El Bepi " si è riusciti a conservare. Il nipote Francesco ha detto che i vini ancora oggi si fanno come li faceva il nonno facendoli affinare e maturare lentamente per otto anni in botti di legno di grandi dimensioni e in bottiglia.