Regaleali Bianco 2020

8,50 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Da 60 vendemmie rappresenta la Tenuta di cui porta il nome. Esprime al massimo le potenzialità aromatiche del territorio. Un classico sempre in forma, inconfondibile con la sua bottiglia renana. Un blend nato da tre vitigni autoctoni, coltivati in alta collina, Inzolia, Grecanico e Catarratto, con una piccola aggiunta di Chardonnay.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Brillante, di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli.

Olfatto

Fragrante, fruttato: mela, pera, pesca ed agrumi.

Gusto

Piacevolmente fresco, ricco e intenso. Lascia una piacevole sensazione di frutta fresca.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2020
VITIGNI 28% Ansonica/Inzolia, 41% Catarratto Bianco Comune, 10% Chardonnay, 21% Grecanico Dorato
ALCOL 12.00
FORMATO 0,75 L Standard

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOC Sicilia
TEMPERATURA 8-10
UBICAZIONE Sclafani Bagni (PA)
AFFINAMENTO 3 mesi in vasche d'acciaio inox.
VINIFICAZIONE Fermentazione: in vasche d'acciaio inox. Fermentazione malolattica: non svolta.
TIPOLOGIA Bianchi
RESA ETTARO Mediamente 70 q.
ZUCCHERO 1.7 g/l
ACIDITÁ 6.2 g/l
PH 3.4

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Veronelli 2010
Veronelli 2011
Veronelli 2012
Veronelli 2013
Veronelli 2014
Veronelli 2015
Wine Spectator 2012 87
Wine Spectator 2013 88
Wine Spectator 2014 87
Wine Advocated 2010 88
Wine Advocated 2011 89

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Nome: Tenuta Regaleali
Anno avviamento: 1830
Ettari coltivati: 400
Nome enologo: Laura Orsi, Carlo Ferrini
Indirizzo: Contrada Regaleali - Sclafani Bagni (PA)
Sito web: www.tascadalmerita.it

Colpisce come già nel 1854 Regaleali sia stata premiata come “azienda agricola modello” negli Annali dell’Agricoltura Siciliana. Allora le vigne occupavano una piccola porzione della coltivazione, in quanto la produzione di cereali e foraggio costituiva l’attività principale nella zona. Negli anni la vocazione vitivinicola della Tenuta si è consolidata grazie alle strategie messe in campo dai vari protagonisti che si sono alternati alla sua conduzione, dal Conte Giuseppe al Conte Lucio per arrivare all’attuale ultima generazione, Alberto e Giuseppe. La produzione viticola si è cimentata, dapprima, nell’utilizzo di vitigni tradizionali, quali il Nero d’Avola e l’Inzolia, per allargarsi, più tardi, nella sperimentazione di vitigni internazionali e di seguito il loro utilizzo con grande successo. “Regaleali possiede un suo DNA molto forte e molto chiaro, tutto ciò che noi Tasca possiamo fare è custodire questo suo carattere e tentare di non compromettere quanto la natura ha dato a questo luogo”. Con queste parole Alberto ci testimonia l’attenzione che dedica alla sostenibilità e motiva la nascita, nel 2010, di SOStain, programma siciliano di viticoltura “green”: un miglioramento pianificato e progressivo, che va di pari passo con la ricerca scientifica, volto a ridurre l’impatto di tutta l’attività aziendale sulle risorse del territorio. Tutto questo senza perdere di vista la qualità dei vini prodotti. Infatti l’assaggio di quest’anno ha messo in luce una produzione estremamente curata e di ottimo livello.