• Artigianali

  • Biologici

15%

Sassotondo Maremma Ciliegiolo 2019

Special Price 13,18 € Regular Price 15,49 €
Stai risparmiando 2.32
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Cilegiolo dei vigneti di Sovana e di Pitigliano. Tutti allevati a Guyot con una densità che varia tra le 3.000 e le 4.500 piante per ettaro. Le uve sono raccolte e selezionate manualmente. La fermentazione avviene senza l'aggiunta di lieviti e dura, compresa la macerazione, tra i 15 e i 20 giorni. Matura per alcuni mesi acciaio. Colore rosso rubino netto, di bella vivacità; all'olfatto è intenso e persistente con note di mora di gelso e ciliegia, prugna ed un tocco speziato di pepe bianco. Al gusto è secco, caldo tendente al morbido grazie ai tannini non invadenti e ad una struttura sostenuta e avvolgente. 

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 79 EURO

Colore

Rosso rubino netto, di bella vivacità.

Olfatto

All'olfatto è intenso e persistente con note di mora di gelso e ciliegia, prugna ed un tocco speziato di pepe nero.

Gusto

Al gusto è secco, caldo tendente al morbido grazie ai tannini non invadenti e ad una struttura sostenuta e avvolgente.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2019
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Guyot
ALCOL 14.50
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Le uve sono raccolte e selezionate manualmente.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE DOC Maremma Toscana
TEMPERATURA 14-16
UBICAZIONE Sovana (GR)
AFFINAMENTO Alcuni mesi acciaio.
PRODUZIONE ANNUA 0
PIANTE PER ETTARO 3000-4500
VINIFICAZIONE La fermentazione avviene senza l'aggiunta di lieviti e dura, compresa la macerazione, tra i 15 e i 20 giorni.
DECANTAZIONE 1 ora
TIPOLOGIA Rossi

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Veronelli 2016
Bibenda 2018

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Sassotondo
Anno avviamento: 1990
Ettari coltivati: 12
Nome enologo: Attilio Pagli
Indirizzo: Loc. Pian di Conati, 52 - Sovana (GR)
Sito web: www.sassotondo.it

Siamo arrivati qui nel 1990. Mio marito, Edoardo Ventimiglia, faceva il documentarista a Roma nella vecchia azienda di famiglia – suo nonno era stato il primo cameraman di Hitchcock. Io, Carla Benini, ero un agronomo: trentina di nascita, sognavo di lavorare in campagna mentre passavo il mio tempo tra ufficio, aerei e hotel. Lentamente, ma inesorabilmente, abbiamo perso interesse nelle nostre attività cittadine. All’inizio c’era molto poco: un ettaro di vigneto, una casa scassata, 72 ettari di terra abbandonata per anni; poi, gradualmente, le cose si sono evolute. Al 1997 risale la prima vendemmia, nella cantina appena ristrutturata; poi, la prima bottiglia. Da allora ogni giorno rielaboriamo il nostro progetto: tra di noi, con i nostri collaboratori, con il nostro amico ed enologo Attilio Pagli, lavoriamo per renderlo concreto. E ogni giorno siamo contenti di aver fatto questa scelta.