-
  • Artigianali

  • Lieviti indigeni

  • Macerati sulle bucce

Spiriti Ebbri Neostos Bianco 2018

21,00 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Una piccola azienda calabrese che produce nel rispetto delle tradizioni e dell'ambiente in cui nascono le uve. Nata dalla passione di due amici, oggi realizza vini autoctoni ed artigianali per intenditori che apprezzano il vino fatto come una volta.

Il Nestos Bianco, il cui nome nasce dall'unione di due termini greci Néos (nuovo) e Nòstos (ritorno), è ottenuto da 100% Pecorello, un vitigno autoctono che nasce su un terreno principalmente sabbioso.
La raccolta delle uve vine svolta rigorosamente a mano, macerazione sulle bucce e fermentazione con lieviti indigeni in acciaio ed in barrique.

Un vino imbottigliato ancora vivo, espressione della terra calabra con una sola negatività...le pochissime bottiglie prodotte.

Da provare almeno una volta!

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 79 EURO

Colore

Giallo oro che dà riflessi brillanti.

Olfatto

Al naso senti i litchi e i frutti di passione.

Gusto

In bocca è fresco, filigranoso, ricco di speziature curiose. Un sorso che avverti pieno, elegante, con quella mandorla amara sul finale.

Abbinamenti

Da provare con piatti a base di pesce o carni bianche.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2018
ALCOL 14.50
FORMATO 0,75 L Standard
RACCOLTO Diraspatura meccanica. Pressatura sofficce con torchio tradizionale verticale. Defecazione statica per 3 giorni.

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE IGT Calabria
TEMPERATURA 8-10
UBICAZIONE Spezzano Piccolo (Cosenza)
AFFINAMENTO Affinamento in bottiglia: 2 mesi.
VINIFICAZIONE Fermentazione alcolica (15 giorni) ed affinamento (6 mesi) in serbatoio inox con un continuo batonnage. Una piccola parte del mosto (10%) ha fermentato in barrique usata. Il vino non ha svolto la fermentazione malolattica; è stato filtrato una sola volta, ma senza uso di filtro sterile.
PRODUZIONE Nella vinificazione solo uso di lieviti indigeni e di piccole quantità di anidride solforosa.
TIPOLOGIA Bianchi

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Gambero Rosso 2016
Gambero Rosso 2017

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Spiriti Ebbri
Anno avviamento: 2008
Indirizzo: Spezzano Piccolo (Cosenza)
Sito web: www.spiritiebbri.it

Spiriti Ebbri è una piccolissima e giovanissima società vitivinicola costituita nel giugno del 2008 da tre amici, che, accomunati dalla stessa passione che li ha portati per molti anni a produrre vini per il proprio consumo, hanno trasformato quei momenti di piacere nella “generosa” volontà di far partecipi altri (che non fossero parenti e amici, ahinoi!, instancabili consumatori del nostro vino!) del piacere della “magnifica ebbrezza” dei nostri vini. Nel Comune di Lappano (CS), che è vicino al Comune di Spezzano Piccolo dove ha sede la società in una “garagistica” cantina, possediamo un terreno di due ettari, di cui uno impiantato a vigna, ormai quasi alla fine della sua vita, che stiamo provvedendo a rinnovare e ingrandire. Gestiamo inoltre un vigneto di circa mezzo ettaro, e fra pochi anni riusciremo a gestire direttamente poco più di tre ettari di vigneto. I vitigni sono quelli tipici calabresi: magliocco dolce e canino, gaglioppo, greco nero, greco bianco, mantonico, pecorello, ecc., anche se saranno utilizzati/impiantati quasi tutti i vitigni autorizzati e/o raccomandati in Calabria. Produciamo vini sia con le uve da noi coltivate direttamente sia con uve provenienti da paesi storicamente vocati: Frascineto, Donnici di Cosenza, Cirò, Strongoli, ecc. e coltivate da fornitori selezionati, sia in modalità biologica, sia convenzionale. Tuttavia e quando possibile, preferiamo i piccoli coltivatori biologici e adoriamo le vigne vecchie e poco produttive. Vigneron (colui che coltiva la vigna e ne ottiene il vino) in prima persona – almeno per i vigneti direttamente coltivati da noi - curiamo tutta la filiera del vino, dalla vigna alla cantina, e la nostra impostazione tecnica e culturale si rifà all’agricoltura biologica e biodinamica. In cantina la vinificazione e l’affinamento avvengono con lieviti e batteri indigeni e, fatta eccezione per piccole quantità di metabisolfito di potassio, senza uso di alcuno additivo. Fra i nostri riferimenti enoculturali vogliamo citare, oltre al grandissimo Luigi Veronelli, Henry Jayer, il “patriarca” di Borgogna, considerato da molti, quando era in vita, il più grande vinificatore al mondo, che sintetizza al meglio la nostra filosofia di produzione quando dice: “Per fare il vino ci vogliono istinto e cuore, e in più c’è bisogno di una filosofia. Il vino non è una semplice bevanda, è un piacere. Ci vuole rispetto per la sua complessità, per la sua originalità, per la ricchezza di stimoli che offre”. Come accade a molti vigneron, ci piace pensare che le nostre viti ci “ascoltino”, si divertano e ci vogliano bene, soprattutto perché così pensiamo di fare noi con loro: le accarezziamo mentre le “ascoltiamo” ed osserviamo; cerchiamo di stressarle il giusto e di mantenerle in forma e, innanzitutto, le ringraziamo di cuore per il prodotto che ci offrono schiettamente. Nel ricambiarle, cerchiamo di mettere tutta la nostra energia per cercare di produrre vini che siano la più naturale espressione di un terroir, e quindi gli unici, a nostro modestissimo avviso, capaci di suscitare emozioni uniche, originali, comunque le si percepisca o le si voglia percepire.