Tasca d'Almerita Capofaro Malvasia di Salina 0.5L 2019

23,36 €
+ -

Descrizione

Dettagli del vino

Il piu? recente progetto aziendale fortemente voluto da Alberto e Giuseppe Tasca. I sei ettari di malvasia, acquistati nel 2002, sull'eoliana isola di Salina, sono posizionati a picco sul mare nel promontorio denominato Capofaro da cui il nome del vino e dove sorge l'omonimo Resort: Capofaro Malvasia & Resort. La sfida sta nella valorizzazione massima di un uva dalle grandi potenzialita? e dalle grandi caratteristiche organolettiche, nella ricerca dell'eleganza e della tipicita?.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 49 EURO

Colore

Giallo di buona intensita? con riflessi dorati.

Olfatto

Buona intensita? aromatica con profumo di uvetta passa, canditi, mughetto e leggero sentore di pepe nero e citronella.

Gusto

Giusto equilibrio tra dolcezza e acidita?, piacevolmente fresco, ottima sapidita conferita dal terroir vulcanico dell'isola.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2019
SISTEMA DI ALLEVAMENTO Spalliera.
ALCOL 11.00
FORMATO 0,50 L

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE IGT Salina
TEMPERATURA 10-12
UBICAZIONE Tenuta Capofaro - Salina - Isole Eolie.
AFFINAMENTO In vasche di acciaio inox per 6 mesi.
PIANTE PER ETTARO Mediamente 4000.
VINIFICAZIONE In vasche di acciaio inox a temperatura controllata di 16 °C.
TIPOLOGIA Bianchi
RESA ETTARO 20 q.
ZUCCHERO 158.0 g/l
ACIDITÁ 6.8 g/l
PH 3.7

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Veronelli 2008
Veronelli 2011
Veronelli 2013
Bibenda 2018
Wine Advocated 2010 94
Wine Advocated 2017 93
James Suckling 2016 94

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Nome: Tasca d'Almerita
Anno avviamento: 1830
Ettari coltivati: 400
Nome enologo: Laura Orsi, Carlo Ferrini
Indirizzo: Contrada Regaleali - Sclafani Bagni (PA)
Sito web: www.tascadalmerita.it

La tenuta di Tasca d'Almerita è situata nelle campagne di Sclafani, tra le provincie di Palermo e Caltanisetta, presso l'ex feudo di Regaleali: 1200 ettari di terreno ridotti poi a 500 in seguito alla riforma agraria del 1950. Ai 400 ettari coltivati a vigneto si alterna un paesaggio di mandorli e ulivi, fra distese di grano e avena e piante di eucalipto, che dipingono un contesto rurale di raro fascino e bellezza. Un luogo suggestivo e inconfondibile, che gode del microclima ideale per la coltivazione delle viti, grazie a un'altitudine che varia dai 400 ai 750 metri e ad una escursione termina tra il dì e la notte che arriva sino a 15°C. L'attenta salvaguardia del patrimonio aromatico di queste uve, che dona ai vini una carattere elegante e distintivo, è frutto di un processo di maturazione piuttosto tardivo, nonchè di un'attenta selezione delle viti e di una viticoltura consolidata, praticata in questa particolare zona fin dal 1100.