• Artigianali

  • Vecchie vigne

  • Biologici

Yann Chave Hermitage Rouge 2016

88,52 €
+ -

Abbinamenti

Descrizione

Dettagli del vino

La storia di questa cantina nasce durante i primi anni 70, quando i genitori di Yann decisero di stabilirsi in quest'area e coltivare uno dei quattro ettari di terra a vigneti con le prime produzioni che risalgono al 1973.
L'evoluzione produttiva di queste vigne con oltre 40 anni di età nell'anno 2000 vede una tappa fondamentale.
Questo è l'anno in cui Yann decide di iniziare a riconvertire i suoi terreni ad agricoltura biologica, spinto da un avvelenamento subito dall'uso di un insetticida nella cura delle sue viti.
Nel 2007 l'intera tenuta è stata certificata biologica ed oggi è produttrice di vini di alto valore.

In questo Hernmitage Rouge, Yann vuole ricercare finezza ed eleganza sposando la produzione biologica, perchè i vini si indirizzano sempre più verso uno stile naturale dove al primo posto viene messo il frutto.

Vino rinfrescante dal perfetto equilibrio alcolico che racchiude il tanto ricercato DNA di questa mitica collina dell'Ermitage.

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI 79 EURO

Colore

Colore brillante, viola con una tonalità viola.

Olfatto

Naso discreto che richiede aerazione. Gli aromi si sviluppano con finezza e molta complessità; marmellata di more, bastoncini di liquirizia, un pizzico di torrefazione e spezie.

Gusto

Pieno e generoso al palato. Il palato medio rivela aromi ricchi di frutta matura e un tocco di smokiness. I tannini sono densi e intensi, ma con grande finezza, conferiscono al vino una struttura imponente e un finale lungo. Un vino davvero superbo.

Abbinamenti

Filetto di petto d'anatra arrosto, polenta cremosa, bistecca alla griglia Mezenc con purè di patate al tartufo, Savarin cremoso al Savarin o formaggio Chaource.

Dettagli

Caratteristiche

ANNO 2016
ALCOL 13.50
FORMATO 0,75 L Standard

Dettagli

Informazioni

CLASSIFICAZIONE AOC Hermitage
TEMPERATURA 16-18
AFFINAMENTO Dopo lo svuotamento, il vino viene posto in demi-muidi nuove e di un anno. La fermentazione malolattica avviene in questi barili e il vino viene tenuto qui per 12 mesi. Dopo questa fase di maturazione, il vino passerà quindi 6 mesi in una vasca per decantare naturalmente prima dell'imbottigliamento.
PRODUZIONE ANNUA 0
VINIFICAZIONE Dopo la diraspatura al 100%, la vinificazione è la più delicata possibile: non si esegue una pressatura soffice, si preferisce il rimontaggio due volte al giorno, con temperature di vinificazione inferiori a 28 ° C.
TIPOLOGIA Rossi

Dettagli

Premi

ESPERTO ANNO VOTO
ESPERTO ANNO VOTO
Wine Advocated 2016 90

Recensioni degli utenti:

Non ci sono ancora recensioni per questo vino. Facci sapere la tua opinione!

Cantina

Nome: Yann Chave
Indirizzo: Mercurol (France)
Sito web: www.yannchave.com

L'avventura è iniziata con i genitori di Yann. Hanno deciso di stabilirsi nella zona, in un sito di quattro ettari, all'inizio degli anni '70: un ettaro di vigneti e il resto, frutteti. Continuarono ad estendere la proprietà mantenendo il sistema dual crop, così comune al momento. I loro primi raccolti furono venduti ai commercianti locali, e dal 1973 in poi, iniziarono a produrre il loro vino prima di entrare nella Tain Cooperative Winery fino al 1978. L'anno seguente, Nicole e Bernard Chave crearono la propria cantina privata. Nel 1996, Yann aveva 26 anni. Con un diploma post-laurea in Controllo e Controllo di gestione, e privo di obblighi di servizio militare, ha deciso di lavorare sulla parte viticola della tenuta. Con tenero attaccamento alla sua vigna, ha ristrutturato le viti e ha iniziato a lavorare sul terreno. Dopo essere stato vittima di avvelenamento da un insetticida che stava usando per curare le viti, iniziò a cercare soluzioni alternative, impegnandosi con l'agricoltura biologica all'alba del 2000. La tenuta fu certificata nel 2007. Oggi, situata nel cuore di Crozes- Denominazione dell'eremo, la tenuta si estende per 20 ettari, con 1,2 ettari sulla mitica collina dell'Ermitage. La prima cosa evidente di Yann è la sua imponente statura, la statura di un uomo di rugby, scolpita nella solida roccia: dura, intatta, viva. Come un giocatore prima di una partita, inizia a raccogliere ogni anno con lo stesso senso di eccitazione nervosa: prepara, osserva, analizza e affina la sua strategia. Poi, quando il fischio salta per iniziare la partita, con i primi colpi delle cesoie, egli solca dritto in avanti con il suo piano di gara, apportando adattamenti tattici in adattamento con l'ambiente. L'energia è lì, e così è la sfida. Uno stimolo, in parte responsabile della passione sentita dal cuore per la sua professione. Oltre al giocatore, Yann è anche un cartesiano con la testa in su. Dal 2007, il suo impegno per l'agricoltura biologica è stato applicato all'intero vigneto ed è la scelta ben studiata e misurata di un tecnico: preoccupato per la qualità della materia prima prodotta. Oggi difende la produzione biologica in nome della responsabilità sociale e della trasmissione in cui crede, per i suoi figli e le generazioni future.